giovedì 15 marzo 2012

Quello strano fenomeno chiamato "riporto"

Ieri sera sono andata con Big Fish ad una vendita di beneficenza... vabbè, una specie di vendita di beneficenza, visto che solo il 10% del ricavato delle torte sarebbe andato all'associazione (spilorci).
Prima di affrontare il tema del giorno vorrei dirvi che ieri avete rischiato di perdermi per sempre ben 3  volte. 
Andare in bici sta diventando sempre più pericoloso. Io sono una iena a causa dei delle strade bloccate. Il detto "tutte le strade portano a Roma" qui diventa "tutte le strade porterebbero a Roma se non ci fosse un'interruzione per lavori in corso. Piglia una aereo".
Lo so, questa è  peggio che la lotta al captcha. Sono un po' Don Chixotte inside.
Bloccando tutte le strade che vanno verso est, tutte allo stesso incrocio, mi raccomando, mi tocca fare mille giri, ma non sono l'unica. Ormai siamo tutti ridotti ad andare su Chartres che non è un autostrada a 4 corsie, ma una povere strada a 2 carreggiate su cui ci sono: camion parcheggiati sul marciapiede (che per aggirarli rischi di fare un frontale con chi arriva dall'altro lato che a sua volta sta cercando di superare il suo di camion...), lavori in corso con tubi di gomma o travi (su cui t'ammazzi in bici) e omini che dovrebbero farti rallentare e invece guardano il panorama, e l'immancabile autobus che ormai non ha più un posto dove passare e allora si butta anche lui su Chartres facendoti agguati e apparendo ad altissima velocità ogni giorno da un incrocio diverso senza rispettare lo stop. Tutto questo fa salire la rabbia e la fretta dei guidatori funky di NOLA. Ieri mi hanno tagliato la strada in 2 nel giro di 3 isolati. Ieri sera, invece, all'uscita dall'aera tavoli di DAT DOG una macchina mi ha puntata e per poco non mi uccide schiacciandomi contro quelle parcheggiate, mi sono davvero spaventata. Tutto questo perchè Big Fish aveva appena attraversato correndo e a lui non era andato bene. Mi sembra giusti quindi uccidere me no?! 
Ma andiamo all'argomento del giorno: il Riporto.
Qualcuno mi spiega perchè questa moda sopravvive al passare del tempo pur essendo deleteria per l'aspetto dell'individuo?
Ieri sera, alla vendita di beneficienza, c'era anche il nuovo tipo di Spalla Quadrata. Big Fish me ne ha fatto mille e una descrizione e, dopo ieri sera, credo che ci si metterà lei.
Il tizio, a parte ricordarmi moltissimo Guzzanti, pare anche una brava persona, a modo e simpatica. Un po' troppo white per i miei gusti, ma non si può avere tutto dalla vita.
Tra quelle cose che non si possono avere dalla vita, c'erano i capelli.
Ora, lo so, io che mi faccio rossa innaturale con ricrescita color nutria e dovrei solo che stare zitta quando si tratta di capelli. Ma non posso.
La perdita del capello è un problema che capisco, deve essere terribile vedere assottigliare la propria criniera giorno dopo giorno. Quello che non capisco è perchè continuiamo a cercare di coprire sta perdita con i poveri superstiti che ancora stanno in testa.
The Mexican è colpevole numero uno sulla mia lista. 
Da quando ho memoria ha il riporto. E non uno bello folto, no. C'ha 6 peli lunghi a cui fa fare la traversata della calotta cranica per qualche motivo a me sconosciuto. Gliel'avrò chiesto mille mila volte (per il suo bene) di tagliarseli. Sono teribbbbbbili. Sono peli che non seguono nemmeno le leggi fisiche di questo mondo: quando guarda la partita gli si rizzano in testa, paio serpenti incantati da un piffero.
Il tizio di ieri era agli inizi della stempiatura, ma ha il capello semi mosso, quindi aveva il capelli che andavano via via sfumando in una peluria che uccideva proprio qualsiasi sentimento.
Il peggio però sono quelli che si ostinano ad avere la coda pure quando da raccogliere non c'è più nulla.
Rasatevi, vi prego. Ve lo dico io, la voce dell'onestà: ne prendereste di più senza quei tre peli ultra secchi o ultra oliosi. Garantito.
Quali sono i vostri sentimenti sul riporto? Magari sono io che mi accanisco troppo.
Vi lascio questa vignetta che mi ha fatto molto ridere, secondo me lui sarà anche la mia di anima gemella... ;)


26 commenti:

  1. Avevo un prof all'uni che quasi quasi si faceva il riporto con i peli del collo! Terribile! Io amo i calvi (perché mi piace dare i mozzichi in testa), appena comincia la stempiatura io raperei a gogo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahaha i peli del collo :)
      Ahhhh poveri! Diffondiamo il verbo di tagliare sti tre peli che sono rimasti che rendono il tutto meno appetibile!

      Elimina
  2. Ah Ah AH :)))
    quella vignetta mi ha fatto morire dal ridere, l'ho già condivisa su tumblr!!
    non ho familiarità con il fenomeno da te trattato, ma direi che sono s'accordo sul rasarsi se si resta (ahimé) con tre capelli in testa...

    RispondiElimina
  3. sto facendo una battaglia con un amico che nemmeno t'immagini! solo che all'ennesimo mio "rasati i capelli!", mi ha risposto "finché ci sono me li tengo". e lì ho capito che non ha specchi in casa, perché non ci sono più, davvero.
    cmq uomo rasato tutta la vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari al prossimo compleanno regalagliene uno di specchio ;) O forse rasalo di notte mentre dorme, dopo il primo shock ti ringrazierà

      Elimina
  4. Riporto e situazioni surreali a parte, un plauso per Elio.
    E' sempre un toccasana. ;)

    RispondiElimina
  5. Mi ha fatto morire :D
    innanzitutto ti serve un'armatura per muoverti in città, seconda cosa il riporto: anche no.
    Immagino possa essere triste, traumatico, quello che vuoi, ma cacchio se non ci sono, non ci sono! rasa via tutto!
    eppure non si estingueranno mai secondo me,il riporto c'è da sempre e purtroppo temo che sempre ci sarà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che domani mi vesto da cavaliere della tavola rotonda, che con sti 30 gradi magari mi tiene fresca... ;) Anche secondo me il riporto è inossidabile come l'acciaio inox. Non cene libereremo mai, ma io gli ho dichiarato guerra.

      Elimina
  6. A volte e' proprio divertente vedere le maniere piu' o meno creative di riportare, comunque accettate solo se in testa ad un uomo con eta' maggiore di 60 anni.
    per quelli che si ostinano a tenersi la cornice pelosa attorno al vuoto cosmico facciamo 10 secondi di silenzio, allungabile ad un minuto per la versione con la coda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho osservato il minuto e 10 secondi di silenzio :) Ahhhh poveri poveri poveri. Chissà perchè poi sti capelli in testa proprio non gli ci vogliono rimanere...

      Elimina
  7. Secondo me è millemila volte meglio una dignitosa e carismatica pelata (Patrick Stewart, per esempio, è un mito), che un riporto che pretende di trasformare i peli di una basetta in un ciuffo alla Elvis.

    Inoltre, alla prima folata di vento il riporto ti cappotta pure, e allora sai che imbarazzo! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ne ho viste veramente di tutti i colori nella famiglia "riporto", il peggiore è stato forse un signore sui 60 alcuni anni fa. Non solo riportava da una chierica inferiore al livello dell'orecchio, ma gli faceva fare pure il giro su se stesso. Una girandola di pelo unto.

      Elimina
  8. È un bene che esistano 'sti tizi con il riporto... Una giornata storta può prendere una bella "piega" con un soffio di vento dal verso giusto :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh però poi mi spiace, perchè si sentono umiliati e io c'ho il cuore tenero... :)

      Elimina
    2. Ti rispondo come rispondo a mio marito quando mi dice che sono un po' stronzetta: "pensi che siano persone che non hanno mai preso per il sedere nessuno nella loro vita?" così mi ergo a vendicatrice di terzi che fa figo

      Elimina
    3. Ti chiamerò Tulipano NEUro ;)

      Elimina
  9. quando facevo la cameriera ad un tizio è caduto il parrucchino in mezzo agli spaghetti allo scoglio. in quel momento ho pensato che fosse meglio il riporto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. argh! Chissà con che gusto si sarà mangiato gli spaghetti poi... blah! Si il parrucchino è peggio del riporto, ma il problema alla radice è sempre uguale: bisogna staccarsi dal capello che non c'è più. Si fa un po' di lutto poi basta.

      Elimina
  10. Anch'io voglio un ragazzo zombie. Che assomigli a guzzanti possibilmente. Senza riporto però... riguardo a quello, su mio zio lo trovo molto tenero (ci tiene un sacco e ordina i suoi quattro capellini con amore e attenzione) sul resoto del mondo è raccapricciante. Sono una fanS dei capelli lunghi ma anche pelato è bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma capello lungo ok quando ce n'hai :) il sosia di Guzzanti zombie sarebbe un'ottima anima gemella!

      Elimina
    2. dimmi che però non è lui -----> http://www.superedo.it/foto/immagini/Persone%20strane/riporto.jpg
      Il sosia di guzzanti col riportino...

      Elimina
    3. hahaha no no, il mio, di sosia, soffre di prognatismo e spiluccamento del capello differenti :)

      Elimina
  11. Mi fa ridere questa tua vita piena di personaggi dai nomi strani!

    RispondiElimina
  12. E se tu li potessi vedere ti farebbero ridere ancora di più, perchè i nomi sono azzeccatissimi ;)

    RispondiElimina