venerdì 11 maggio 2018

sto per diventare un'asceta

Il fatto che io sia ancora viva dopo 15 mesi di massimo di due ore a notte già mi metterebbe in lizza. A quello aggiungiamo anche che vivo in povertà direi quasi per scelta a questo punto e, che grazie ai mille mila kg ripresi dopo la gravidanza, non solo non mi entra più un cazzo e mi sto vestendo di stracci nel vero senso della parola, ma non mi vanno manco più quelle cazzo di scarpe che compro una volta ogni dieci anni perchè a me fanno tutte male tranne rari esemplari.
Prima di Pasqua avevo veramente rasentato l'impossibilità di uscire di casa a meno che non mi fasciassi dentro dei sacchi da spazzatura tipo Pozzetto in quel film dove faceva il fumettista. Quindi mi ero convinta, svenandomi e spendendo quella miseria di risparmi di ultra emergenza per comprare almeno un paio di pantaloni per poter uscire di casa e un paio di scarpe estive, visto che le mie mi stavano abbandonando.
Dunque, quando era Pasqua...?!
Primo di aprile mi pare.
Ecco, i pantaloni, grazie ad Amazon Prime, sono arrivati in 2 giorni e per miracolo mi entravano pure.
E le scarpe?
La stima diceva dal 29 di marzo al 9 di maggio.
Bè l'hanno presa larga, ho pensato.
Invece no.
Pacco intracciabile, proveniente da chissà quale angolo della Cina più remota.
I giorni passavano, le mie scarpe andavano sempre di più verso la morte, quelle nuove erano sperse.
A lable has been created. Check again later.
Io ho iniziato ad immaginarmele, le mie cazzo di umilissime espadrillas, camminare sole attraverso le campagne cinesi, guadare fiumi tenendosi per i lacci per non perdersi, lanciarsi nell'oceano in groppa ad una tartaruga e, finalmente, approdare in California 5 giorni fa.
Il 9 è arrivato e andato. Delle scarpe nessuna traccia. Ieri mattina controllo amazon e scopro che pure loro si sono accorti che le mie espadrilles sono disperse, probabilmente nel deserto dell'Arizona, visto che stavano venendo a piedi da sole, e mi fanno sapere che faranno il possibile per farmele avere prestissimo.
Si.
Prestissimo.
Così prestissimo che quel merdosissimo postino me le ha mollate sul portico, in bella vista e io, non avendo ne ricevuto una notifica come al solito, ne avendo lui bussato, le ho lasciate li,  ignara, tutta la notte.
Io, non dormendo per vegliare su La Mondaini febbricitante, ho controllato per svago l'ordine su Amazon verso le 4 del mattino.
Ma ho visto dalle telecamere che qualcuno me le ha rubate alle 2.
Grazie mondo di merda del ghetto di merda, spero che chi le ha rubate finisca  con o.d. con la dose che si compra vendendole.
Basta, non ho più pietà per questi parassiti che rubano non per fame.

mercoledì 9 maggio 2018

I vecchi di uber

Stamattina ho dovuto portare La Mondaini dal pediatra in ospedale. Ovviamente sono riuscita ad arrivare in ritardo nonostante l'appuntamento fosse alle 8 e noi fossimo sveglie dalle 4.
Ma come è possibile?!
Ho prenotato un uber alle 7:15, dandomi anche un po' dell'esagerata, visto che ci vogliono giusto 10 minuti ad arrivare.
Invece cazzo, l'avessi chiamato alle 6:45 forse era meglio.
Non so se sono l'unica che soffre di uber tracking app rage, ma quando vedo che un autista è a 5 minuti da casa mia, lontano 6 isolati in linea retta, mi aspetto che arrivi in 5 minuti o meno.
Invece quella di stamattina ci ha messo dale 7:15 alle 7:38.
E' riuscita a sbagliare strada 5 volte.
Io guardavo l'app incredula. Alla fine era a due isolati e ho creduto che ormai arrivasse. Invece è riuscita a sbagliare strada ancora una volta.
Al ritorno stessa scena, ma con autista diverso.
Questo non trovava dove venirmi a prendere, nonostante l'indirizzo scritto a caratteri letteralmente cubitali, sul palazzo dell'ospedale.
Così ho dovuto trascinare 12 kg di Mondaini nel seggiolino auto, passeggino già chiuso e borsone da madre fantozziana per un isolato. Ci sono già 32 gradi, tra l'altro.
Anche lui girava a vuoto tipo squalo e, quando mi ha chiamato, era pure incazzato che io non ci fossi. Peccato io fossi li dove dovevo essere.
Ho notato due cose che questi individui avevano in comune: erano entrambe sulla sessantina e non avevano il navigatore in bella vista. Anzi, non c'era proprio da nessuna parte. Tant'è che da navigatore l'ho fatto io.
Ma non era obbligatorio averlo se guidavi per uber?! Me lo sono sognata?!
Adesso spero che La Mondaini guarisca perchè il pediatra non ha saputo dirmi cosa abbia e se penso di dover tornare per un'altra visita con lei che sta male e due vecchi a cui devo fare da navigatore, mi viene male.

lunedì 7 maggio 2018

Ma come cazzo è successo?!

Oggi ho finalmente qualche minuto per aggiornare il blog, mentre La Mondaini dorme (povera lei, mi ha svegliata alle 5, ma ora lei dorme...). Era (pensavo) tipo un mese che non scrivevo. Adesso ho guardato la data dell'ultimo post e vedo che è da febbraio che non passo di qui?! Ma che cazzo! Dove sono finite le ultime mille settimane?!
Mi ci vorrebbe un laptop intelligente che scriva sotto dettatura, senza auto correttore che mi cambia parole alla cazzo e poi mi ci vuole più a correggere che non a riscrivere tutto e tanto poi pubblico sempre con qualche errore che non ho visto.
L'argomento principe di oggi era il profilo fb.
Io credo che uno sia d'avanzo, ciò nonostante ho in lista moltissime persone che hanno almeno due profili. Vabbè, direte: uno professionale uno privato.
Bah, non sono così sicura che sia sempre così, comunque non ho grandi problemi (stranamente) con questo tipo di scelta.
Quello che mi fa uscire di testa sono i profili doppi, tripli, quadrupli di quelli (generalmente sono sempre donne, ma vabbè) che non riescono più ad accedere  perchè 99 su 100 non ricordano la pw, e quindi non trovano migliore soluzione che creare un altro profilo. Possibilmente con foto identica a quello di prima.
Maddicoio: porca puttana, lo capisco che quasi tutte avete più di 50 anni, ma cazzo, non è possibile che non solo non vi sia chiaro che la pw si può recuperare, ma anche che potete chiedere aiuto prima di clonarvi da sole mille volte e poi  innondare di richieste i vostri vecchi contatti.
Questa settimana è toccata a Mangusta.
Io ho accesso al suo profilo fb perchè la conosco e, quando glielo avevo messo su, mi ero salvata al sua pw e id perchè sapevo che si sarebbe chiusa fuori un giorno o l'altro.
Minchia, mi chiama per qualsiasi cazzata, QUALSIASI.
Invece, per il profilo fb ha voluto fare da sola.
Ora mi manda messaggio da due profili diversi, visto che io il suo in due secondi l'ho sbloccato (notare che bastava inserire la pw perchè aveva fatto automaticamente un log out) e ora lei non riesce a capire quale deve chiudere.
Aveva messo, stranamente, due foto diverse. Quindi io cercavo di spiegarle, descrivendo la foto con soggetti differenti, peraltro, senza successo.
Lei non afferra il concetto che fb non è legato all'apparecchio su cui lo controlli, per lei esiste un profilo che si vede sull'iPad e uno sul telefono.
Non so se sia io che ho perso tutta la pazienza di cui ero dotata, o che forse la esaurisco quotidianamente per La Mondaini e i cani, ma per la prima volta nella mia vita, l'ho lasciata cuocere nel suo brodo.
Gna' faccio.
Sono una figlia di merda?!

domenica 18 febbraio 2018

Gordon Ramsey inside

C'è una piaga  sociale che affligge i nostri giorni, una piaga che voglio portare all'attenzione del resto del mondo e che spero venga un giorno debellata. La piaga di chi cucina demmerda ma non può esimersi dal continuare ad invitare gente a mangiare da loro.

Perché siamo tutti troppo educati per dire "grazie che m'hai invitato, ma davvero trova un altro hobby perché questa sbobba non la danno manco ai carcerati in isolamento...".

Sono mesi che cerco di evitare  l'invito a cena dell'ultima aspirante cuoca. Questa vorrebbe aprire un catering, capite?! Qualcuno la deve fermare.
Ho provato delle cose che ha cucinato, di cui una è il suo piatto forte. Dico solo che La Mondaini, che é di bocca buona, ma non sputa mai niente, ha spinto via tutto con disgusto. Ho assaggiato ed effettivamente era segatura fasciata in pergamena a guisa di cappelletto...

Anni e anni fa, ricordo la Quaglia mi invitó a cena per festeggiare l'installazione della nuova cucina fatta su misura. Mai soldi furono più buttati nel cesso. Per cannare salsiccia e patate al forno, le bastava un fornello da campeggio, non la cucina di Martha Steward.

Ora sono anche piagata da Roomba  (come l'aspirapolvere) ossia il patrigno di Palombaro, che è un ottimo pasticcere, ma cucina demmerda, brucia tutto e sporca più roba lui per un secondo e un contorno che io per il pranzo di natale.

Insomma, a meno che non siate bravi a cucinare, lasciatemi pure morire di fame.

sabato 3 febbraio 2018

Le do da mangiare io?!

No.

No. O meglio, non più.

Mai più.

Questa settimana ho ricevuto una notizia mazzata, la Fatina Buona che mi ha aiutato con La Mondaini da quando ero ancora incinta, Andrà  via ad aprile, per tre mesi. Proprio nel periodo in cui Palombaro va offshore e io inizio ad avere tanti lavori. Ma è giusto che vada, ci ha aiutato tantissimo senza chiedere mai nulla. A me spiace perché di lei mi fidavo come delle due nonne e trovare una baby sitter brava, qui sembra impossibile oltre che super costoso.

Ho anche un'altra signora che ci aiuta a gratis, dal soprannome, però, evincerete che non me la sento di lasciarle la bambina mentre sono fuori a lavoro. La chiamerò Amnesia.

Il titolo comunque non era rivolto al momento di saudade per i mesi che mi si parano davanti di nuovo in solitaria. 
No.
Il titolo è la domanda che Amnesia e Fatina Buona  mi fanno di continuo.
A me non pesa dare da mangiare alla Mondaini, perché l'ho ammaestrata . Io la imbocco, e le lascio prendere i pezzetti di cibo uno alla volta, se sono cose che riesce a prendere, tipo frutta o biscotti.
Ogni volta che mi chiedono se possono darle da mangiare, declino, ma intanto, fanno come gli pare.
Il problema è che La Mondaini funziona come Gizmo col cibo:  se glielo dai da autogestire diventa un gremlin.
Io cerco di pulire il più possibile, ma da sola con due cani, la pargola e Palombaro che producono sporco 24 su 24, ho dovuto cercare di mantenere pulito il più possibile e questo ha peggiorato il mio ocd....
 Però, cazzo: il maledetto seggiolone 360 della chicco è impulibile, specialmente negli interstizi. 
Io ho un milione di cose da fare. Se per aiutarmi le dai da mangiare, potresti non spargere su tutto il vassoio lo stufato?! O Darle biscuits completamente polverizzati?!
Lei di quelle cose non mangia nulla perché non riesce a prenderle. Quindi ci gioca e, oltre cospargercisi (che quello è il meno).,me lo spalma su tutte le superfici adiacenti.

Io divento una iena. 

Mangiare non ha mangiato. Abbiamo sprecato cibo. E ora ho da pulire e lavare TUTTO, compresa lei.
Non mi sembra un grande aiuto, no?

Io sono molto riconoscente per tutto quello che fanno, ma come posso impedire che mi immerdino tutto?! Aggiungo che abbiamo topi e scarafaggi, essendo questa una palude. Non posso non pulire.

martedì 30 gennaio 2018

Il SuocerA

Non trovavo nomigliolo migliore per descrivere il tizio benchè io e Palombaro non siamo sposati.
Quasi tutte hanno la suocera, sta megera che scassa i coglioni di continuo, che pare non avere una vita propria e passare il tempo a tediare il figlio facendogli notare tutto quello che non va nella coppia.
Ebbene, io ho il SuocerA. 
E' stato il primo membro della famiglia di Palombaro che ho conosciuto. Stavamo insieme da due mesi, quindi non avevo assistito alla miriade di telefonate  atte a far sentire Palombaro un povero fallito. L'avevo incontrato nel suo habitat, il suo bachelor's pad nella beigeissima Armadillo, attorniato da repubblicani armati fino ai denti per difendersi da cosa ancora non ho ben capito.
Mi era parso piacevole, un po' pieno di sè, ma era belloccio, potevo passargliela, magari era pure timido e faceva lo strafottente per quello....
Invece, con l'andare dei mesi e poi degli anni, mi sono resa conto che no, forse proprio perchè non mi conosceva, si era un po' trattenuto.
Aveva la findanzata all'epoca, che ora è diventata la terza moglie,  dopo che ho sventato i suoi piani di riportare Palombaro a morire di inedia ad Armadillo, comprando casa qui.
Insomma, credo che un po' voglia farmi fuori, ma devo dire che ci è quasi riuscito, quando ha fatto andare Palombaro di fretta e furia a prendere tutte le cose che stavano alla fattoria della nonna, perchè dovevano venderla da uno momento all'altro... Un anno e mezzo fa. Sta ancora li a marcire, ma io mi sono fatta venire contrazioni e perdite con il rischio di perdere La Mondaini, a spostare il suoi cazzo di mobili demmerda al settimo mese.
E' cacciatore incallito e spende miliardi per andare ad accoppare delle povere bestie tipo l'orso bruno dell'Alaska, che si stava facendo la sua vita e ora sta impagliato a casa sua.
Però, per Palombaro, i soldi non ce li ha MAI.
Ma mai, eh!
In compenso lo chiama quarantamila volte la settimana per controllare cosa fa e dirgli cosa si è comprato.
Se dice che non sta lavorando, apriti cielo e via con il discorso sei un fallito.
Se dice che è a lavoro, ehmaalloraquandotornichecosìvieniqui.
Vi risparmio i commenti sul fatto che La Mondaini è nata bastarda perchè ha cercato poi di dire che scherzava, ma a me sta cosa non mi andrà mai giù.
Ha una cosa di buono, quando lo vediamo, ci porta sempre a mangiare fuori. Quando viene qui, propongo io diversi posti, e mangiamo bene, forse troppo, perchè l'ultima volta, dopo 3 giorni di pasti succulenti e non da infarto del miocardio, mi ha detto che voleva mangiare una cosa americana semplice.
Quando andiamo ad Armadillo, io torno sempre con le coronarie ostruite che mi chiedo come siano ancora vivi mangiando quella merda tutti i giorni.
Concludo con aneddoto di storia che sarebbe dovuta essere divertente, ma io non l'ho capita. Magari qualcuno mi spiega che cazzo c'era da ridere.
L'ultimo pellegrinaggio ad Armadillo è stato con La Mondaini, per farla conoscere agli unici bisnonni rimasti. Su 3 giorni, ho visto SuocerA e consorte solo una volta a pranzo e due a cena (se cena si poteva chiamare). Per pranzo, nonostante sappia che io ami questo ristorante messicano autentico di cui ho parlato più volte, siamo andati al suo preferito, l'unico ristorante messicano AL MONDO in cui c'è come unica scelta di carne del truciolato di legno  che accompagnato dalla lattuga idroponica di plastica, è la morte delle papille gustative.
Vabbè, ordiniamo, io come sempre ordino la cosa sbagliata secondo Palombaro, e quindi non mi devo lamentare. L'unica cosa commestibile, a quanto dice lui buona, pare siano i tacos, ma io me ne dimentico da un anno all'altro e ho provato tutto il menù e ha tutto lo stesso gusto e consistenza, quindi mi chiedo come i tacos possano essere l'unica eccezione.
Vabbè.
Mentre siamo seduti, Bella Figheira  (nuova moglie del padre), racconta una storia, così divertente che aveva iniziato a ridere ancora prima di dire la prima parola.
Pure il SuocerA rideva, quindi mi aspettavo una barzelletta.
Invece la storia era questa:
L'altro giorno il SuocerA si era messo un paio di pantaloni per andare a lavoro. Gli tiravano tantissimo e non si spiegava come mai. Così si appella a Bella Figheira per sapere se con la sua saggezza avrebbe potuto risolvere il problema (a cui io avrei ovviato cambiandomi pantaloni, ma forse solo perchè secondo personology, io sono un problem solver...). 
Così, in due, hanno cercato di fare cosa non lo so, ma credo di allargare questi pantaloni, ma niente, non ci si riusciva (come credo sia normale, altrimenti non esiterebbero le taglie). 
Comunque, a questo punto io, visto che questi due stanno ridendo tantissimo, spero che finiscano la storia dicendo che il SuocerA avesse, per sbaglio indossato i pantaloni di Bella Figheira, ma mi pareva strano, perchè lei porta solo leggins da palestra.
Infatti, il finale super esilarante era che il SuocerA aveva comprato i pantaloni di una taglia più piccola e quindi non gli entravano.
Fine del racconto coadiuvato da foto di lui di spalle con Bella Figheira che ci spiega che è pezzo d'uomo che non finisce più.

Avete riso?

Io no.

mercoledì 24 gennaio 2018

L'invidia di Palombaro

L'altra sera, in un momento privo di discussioni per qualsiasi cazzata e con La Mondaini che era stranamente quieta nel seggiolone, io e Palombaro parlavamo di non mi ricordo cosa, quando mi arrivò un messaggio di un'amica che aveva letto tutto il blog e si era imbattuta nel post in cui raccontavo della scopata con personaggio famoso della mia ex coinquilina spogliarellista.
Il messaggio era divertente, quindi mi ero messa a ridere e Palombaro non può sopportare che io possa ridere senza sapere per filo e per segno perchè e per come.
Quindi gli stavo spiegando il tutto e lui mi dice che è assolutamente una balla, che Z non era possibile che si fosse trombata tale persona.
Premesso che io ancora non ho capito che lavoro faccia ora, so di per certo che incontra parecchie persone famose, anche perchè posta mille mila foto di lei a tutti i comicon dell'universo.
Sempre per l'ipotesi dell'amico Josh, mi sto convincendo che sia un'accompagnatrice, altrimenti non mi spiego perchè riesca e debba andare dalla sua sperduta cittadina in Ohio, alle conventions che fanno in culo all'Australia e all'inghilterra.  E' appena tornata dalle Hawaii. Una che non sapeva manco dire tortilla fino a 7 anni fa, e mi pigliava per il culo perchè io lo dicevo giusto ma lei lo credeva frutto del mio broken english. 
E vabbè. Insomma, una che non aveva mai messo piede fuori dagli Stati Uniti e chiaramente non portata per le culture estere...
Ma torniamo all'argomento principale. Per spiegare come, secondo me, Z l'avesse data a tale V.I.P. dopo averci parlato via twitter, mi sono ricollegata al fatto che andasse, prima ancora dei comicons, a fare ghost hunting con quelli della trasmissione più fasulla della storia insieme a Misteri. E che quindi, forse, tramite quegli imbecilli, si fosse introdotta anche in cerchie più ampie di gente famosa.
Palombaro mi perculava, dicendo che non era possibile, che io me le bevo tutte.
Alchè ho detto, ma forse sarà perchè da piccola conosceva uno degli Nsync?
A questo punto... non l'avessi mai detto, Palombaro dice che è una bugiarda, perchè non è possibile che conoscesse nessuno degli Nsync. 
Mah, io non mi ero mai posta il problema, ma mi ricordavo che lei abitasse vicino a Nashville da ragazzina e quindi gli Nsync ho sempre pensato fossero di Nashville.
Da li Palombaro ha scatenato una caccia all'uomo dicendomi che nessuno di loro poteva essere del Tennessee perchè erano della Florida.
Niente, finisce che abbiamo scoperto che sono tutti di posti diversi e che si, uno di loro è del Tennessee, proprio dell'area di Nashville.
Palombaro ha fatto la stessa scena della strega Gothel quando Flynn taglia i capelli a Rapunzel.

Mai me lo sarei aspettato da un uomo XD Specialmente non per gli Nsync.