domenica 15 aprile 2012

French Quarter Fest 2012

ovvero di come ho rischiato di morire per indigestione.
Ebbene è arrivata anche quest'anno, l'evento gratuito che preferisco, dove rischio sempre di tornare a casa con 4 kg in più rispetto a quando sono uscita.
Tanto per cambiare c'è stato un altro festival. Che noi non si può stare più di due settimane senza fare una festa qualsiasi.
NO.
Il FQF è un po' la versione in "miniatura" di Jazz Fest. Lo fanno 2 settimane prima di JF, forse come allenamento prima della vera sfida.
La cosa positivissima di FQF è che non si paga nulla per entrare ed ascoltare la musica dei concerti. Si pagano però cibarie e bevande. Ma questa mi pare una cosa buona e giusta.
Purtroppo quest'anno sono riuscita ad andare soltanto uno dei 4 giorni, cioè oggi. Quindi ho dovuto concentrare tutti i piatti che volevo assaggiare in un'unica giornata. Non è stata cosa da poco per il mio stomaco.
Siccome io vedo preparata, stamattina mi sono scritta una lista delle cose che volevo assaggiare. Infatti, online, si possono trovare tutti i nomi dei ristoranti che partecipano con un stand, nonchè i  menù. Di solito ogni stand offre due o tre piatti. I prezzi vanno dai $3 ai $8 a porzione.
Ora vi do il mio menù di oggi:
Crawfish pie e meat pie (bah...)
K-Paul's famous butterbean rice with Trinity, chicken, andouille, tasso and duck (bbbono!)
Goat cheese and crawfish crepe (gnam!)
Eggplant stuffing (gnam!)
Lamb sliders (bbboni) 
Feta Fries (gnam!)
Crawfish boil plate (bbbono)
Purtroppo, causa concerto di Trombone Shorty (e probabilmente perchè era delizioso) non sono riuscita a mettere le mani sul dessert: 
Strawberry creole cream cheese bavarian
:(
In compenso, le mani, le ha messe qualcuno su di me...
Infatti, mentre me ne passeggiavo bella bella su River Walk, stando attenta a non perdere di vista gli altri e a non essere calpestata dai passanti, ho sentito qualcuno afferrarmi per la spalla.
Ora, o voi miei Spingitori di Blog, chi avrò mai incontrato nella bolgia delle bolgie, con un sole accecante che ti punta contro?
Ecco. Si. Proprio lui.
Lo stronzo per eccellenza. Quello che ormai sono certa avermi messo un gps sotto cutaneo mentre dormivo perchè è impossibile che mi veda OVUNQUE in mezzo alla folla.
Il Cuoco.
M'ha afferrato come il cocchiere afferra Jonathan Harker in Dracula di Coppola.
Mi giro e vedo questa figura enorme che mi sovrasta (stava in piedi due scalini più in alto di me).
Ciaaaaaaooooooo! Comestaicomevaquantotempo!
Ecco. Si. Quanto tempo appunto. Io direi non abbastanza.
E vai d'abbraccio che manco avesse incontrato sua sorella dopo essere stati separati alla nascita.
Vabbè, visto che me tocca...
Allora faccio l'americana e gli ripropongo la domanda/saluto.
Insomma che era li perchè lavorava ad uno degli stand. 
Cazzo, quest'individuo deve sentirsi davvero in colpa (e fa solo che bene dopo quello che m'ha combinato), perchè, dopo due parole due, mi ha preparato e regalato quello che volevo da mangiare. Cioè un mega Poboy con oyster rockafeller fritte, blue cheese crumbles, salsa bbq e letto di erbette pregiate. 
Sti cazzi.
Ora, a parte l'astio feroce che provo nei suoi riguardi, devo dire che era VERAMENTE buono.
Il resto del fine settimana è stato molto bleah.
Venerdì sera sono miseramente crollata dal sonno dopo il quarto vodka cranberry al bar sotto casa (dove ho beccato la vicina a cui è stata data la colpa della mia musica e mi sono scusata. M'avrà ringraziato per ore. Bella stella va). Tutto sommato non sono riuscita ad andare a casa presto abbastanza, visto che, come sempre, mi sono beccata la mia dose di Pittore quotidiana.
L'indomani, grande depression ormonale. Mi sono trascinata alla festa di Bride to be, dove c'era l'Amico Cotta puntato da Asso Piglia Tutto che stava dalla parte opposta del tavolo. Lui è fuggito dopo 15 minuti, durante i quali non ha detto mezza parola e aveva la faccia di uno a cui hanno appena dato lo sfratto con effetto immediato.
La cosa bella era che Bride to be m'aveva comprato un po' di crawfish.
Dopo ho accompagnato Raz nel ghetto per vedere la mostra del Pittore. Indovinate un po' che c'era da mangiare? Crawfish,
Sto recuperando velocemente tutte le settimane perse.
Insomma che il Pittore m'ha mandata in depressione. Non l'ha fatto apposta. Per una volta.
Infine sono andata al Kerry per vedermi con Tina. Sono stata attaccata da due vecchi turisti, al di sopra di ogni sospetto di lussuria. A quell'età... ma che vuoi fare?!
Invece avevano ancora l'idea, capito?!
Bah.
Insomma che sono arrivata a casa che ero sobria dal disgusto, nonostante la quantità indegna di alcohol ingerito.
Poi c'è stata l'epopea dei volumi, ennesimo capitolo della guerra tra i vicini. Ma di quello parlerò un'altra volta.

34 commenti:

  1. Tasso??
    (In questi giorni ho visto la mia amica di New Orleans i cui genitori mi ospitarono anni fa nel Garden District, e si parlava di farci un viaggetto insieme dalle tue parti, magari - così, almeno nei sogni - il prossimo gennaio...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, proprio tasso :) Anche io mi ero un po' preoccupata quando lo lessi anni fa, in realtà è una specie di prosciutto, non ho ancora indagato sull'origine del nome...
      Dai dai dai!!! Sogniamo gennaio allora :) Che io sono già pronta con l'idea per il prossimo costume di martedì grasso!!!

      Elimina
  2. Vedo che nei menù di vegetariano c'è poco!
    Mi ricordano le feste della ma città in Spagna, che sono proprio in questi giorni, e dove di solito si incontra sempre chi non vorresti incontrare. Comunque a questo punto il cuoco sfruttalo culinariamente, e fatti regalare cibo ogni volta che ti arpiona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo vedessi mai vicino ai fornelli, tranquilla che me la pagherebbe a suon di donazioni culinarie.... invece mi becca sempre in messo all folla per strada :(

      Elimina
  3. Il tasso ha colpito anche me! Comunque, yum. E non ho ancora fatto colazione.
    Cuoco propizio, sfruttalo a dovere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tasso colpisce ancora :) Come ho detto sopra, è una specie di prosciutto, buona buona, ma non l'ho mai visto intero. Il cuoco, per una volta, ne ha fatta una giusta :)

      Elimina
  4. evvaiiiiiiiiiii, magari si decidessero ad organizzare qualcosa anche qui, anche se il tempo non consentirebbe di mettere piedi fuori casa :(
    la mia vita sociale sta annegando miserabilmente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che li va un po' come andava nella mia città natale... Mi mancano gli amici, la famiglia e il cibo, ma non mi manca la totale assenza di eventi e di gente in giro. Urge un viaggio!

      Elimina
  5. Oddio, non avevo letto la roba con il tasso! Ma tasso della serie badger? Nooooo! È l'animale totem della mia famiglia! :-(

    RispondiElimina
  6. Io voglio quel K-Paul coso che mi pare gran roba.
    Solo l'idea ha obnubilato la mia mente nel resto della lettura del post. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. era buono buono, una specie di jambalaya, ma diversa. Da provare :)

      Elimina
  7. scusa me per Tasso...intendi Tasso??????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, è il nome di un tipo di prosciutto :) Anche io ho dei limiti ;)

      Elimina
  8. Risposte
    1. sto ancora digerendo, ma ne è valsa la pena :)

      Elimina
  9. Il tasso in questione e' comunque porco, giusto?
    Mado' mi son fatta una cultura culinaria con 'sto post, e vista l'ora, mi e' venuta anche una gran fame! ma che roba!! L'ho sempre detto io che il Mississippi e' un fiume figo. Voglio nuotare in un mare di crawfish ascoltando la musica di Trombone shorty e dei suoi simili!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava Cara, si è proprio porco :)
      Buono, buono! Un giorno vorrei vederlo nella sua interezza, per ora m'è capitato solo nelle salse.
      Vieni che ci facciamo un'immersione nei crawfish boils, non vedo l'ora che sia Jazz Fest che Colleen fa un boil per l'occasione, gnam!

      Elimina
  10. E' davvero crudele leggere questo post durante la pausa pranzo a base di ...panino :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perdono, lo so, dovrei pensare alla fame dei lettori, ma dovevo condividere!

      Elimina
  11. ma sempre fiesta da quelle parti eh......beata!!!!!! Cris

    RispondiElimina
  12. Non ho capito un accidente di quello che hai mangiato ma mi fido dei tuoi commenti BUOOOOONIIIIII! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahah gli danno dei nomi strani per confondere la genre :) Ho dovuto imparare quando sono venuta a vivere qui, sennò mi perdevo delle leccornie a causa dei nomi poco invitanti !
      Il crawfish è un crostaceo delizioso, ha consistenza del nostro scampo, ma è più piccino, lo mettono ovunque e lo fanno in mille modi, specialmente ora che è stagione :)

      Elimina
  13. Avrei assaggiato tutto anche io, che bonta'!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aparte le pies che erano bah, il resto era tutto buono, proprio da provare :)

      Elimina
    2. Torno per dirti, visto che non so dove altro farlo, che tra tutti i commenti lasciati al mio post di ieri il tuo ha proprio commosso My ♥ ora non lo chiamo piu' l'anaffettivo :D ♥ grazie ♥

      Elimina
    3. Aw! Ma grazie,che bella notizia che mi dai :)
      Finalmente mi riscatto va, che pare che sia stata inghiottita da un vortice in cui appena apro bocca offendo tutti gli americani nel giro di un miglio lol

      Elimina
    4. Infatti tra italiani ci capiamo, Spicy ;)

      Elimina
  14. ma quella città quant'è piccola che ri-incontri sempre gli stessi personaggi e soprattutto il cuoco (che comunque stavolta si è reso utile, via)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo chiedo pure io! Ma perchè?! Ma dico, incontrare chennesso... qualche strafigo? No, sempre i solite tre stronzi a cui darei fuoco :/ Meno male che almeno mi ha dato da mangiare va...

      Elimina
  15. ommiodio vedo cibo ovunque.
    lanciami qualcosa please! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo di aver preso almeno 5 kg sto fine settimana. Oggi pomeriggio ho deciso di mettermi a dieta... l'idea è durata fino alle 6, quando sono arrivata al supermercato. Sono senza speranze :)

      Elimina