sabato 3 novembre 2012

Il peso delle parole

Con un giorno di ritardo, data l'immane stanchezza post cerimonia che mi ha colpita, ora vi faccio un riassunto di come è andata questa naturalizzazione.
Innanzi tutto, grazie a tutti gli Spingitori che mi hanno fatto le congratulazione, mi avete scaldato il cuore!
Giovedì è stata una giornata di sole e caldo, meravigliosa!
Essendo novembre avevo un po' abbandonato le speranze di potermi mettere il mo outfit patriottico che avevo scelto mille anni fa.
Invece...
Invece per una volta m'è andata di culo. 
Ed eccovelo qui 
Asso Piglia Tutto mi ha portata all'uscis, e sapevo che Ungrateful sarebbe venuta, ma non mi aspettavo le altre. Devo dire il vero, nonostante la faccia di marmo di Big Fish, ero veramente contenta di vederle.
Sono venute Raz (con sorriso stampato), Legna Verde, Big Fish e Calmezza.
Quello che davvero non mi sarei MAI aspettata era di trovare qualcuno che conoscevo che facesse parte dei naturalizzati.
Il destino ha voluto che l'ex socio di CP fosse parte della cerimonia.
Lui e la moglie sono molto amici di Ungrateful, ma da quando c'è stato lo scioglimento della società, non credo che si siano visti molto.
Comunque, anche il giorno della cermonia, ero circondata da irlandesi. Sarà un segno?
CP non c'era. Non lo sento da parecchio, ma dopo quello che è successo, forse è meglio così. Anzi, forse lo vedrò domani al battesimo della bambina di Ungrateful, ma non so bene come comportarmi perchè non sono nemmeno arrabbiata, quindi non posso nemmeno appellarmi alla soluzione "bottiglia di vetro spaccata in testa".
La cerimonia è andata bene, se non fosse che il discorso di uno degli ufficiali è stato abbastanza denigrante per noi immigrati, ma credo che gli americani nel pubblico si siano offesi più di quanto ci siamo offesi noi.
La cosa terrrribbbbbille è stata la canzone a mo' di karaoke, che proprio non mi aspettavo. Giuro che mi sono dovuta trattenere dal ridere, è stata una gran fatica.
Cioè: le bandierine al posto degli accendini. 
Io incredula. 
L'inno invece mi ha fatto piacere cantarlo.
La signora che avevo di fianco era hondureña e non parlava una minchia d'inglese, che mi chiedo come abbia passato il test, ma sono comunque felice per lei,  anche se mi spiace che non abbia capito una sega di quello che stava accadendo.
C'era un'altra signora, sempre sud americana, che aveva 87 anni. Sua nipote ha aspettato questo momento per 30 anni.
Ho quasi pianto pure io.
Durante quest'evento ho anche riscoperto la mia totale somiglianza con il personaggio di Whoopi Goldberg in Ghost. Tra l'incapacità di camminare aggraziatamente sui tacchi, e questa scena della consegna della GC, insomma, mi parevo proprio lei con l'assegno da dare alla suora, davvero non me ne volevo separare :) 
5 anni e mezzo insieme, tutti i giorni. È strano non vederla più nel portafoglio.
L'evento miracoloso è stato il sentir chiamare il mio nome in modo corretto. 
Minchia, non ci potevo credere.
Dopo un lustro di Alicia, Allisia e Alesha, finalmente sto cazzo di nome l'hanno detto GIUSTO :)
Insomma, proprio proprio felice.

Amici Carissimi, avrei voluto che ci foste anche voi, a vedere dal vivo la faccia della Ale quando ha preso in mano il suo certificato di cittadinanza, secondo me la foto non rende bene l'idea 


68 commenti:

  1. Amica Oda Mae Brown, mi sono commossa :-)
    Che emozione!
    Brava (e bellissima, aggiungo)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah brava! Che non mi ricordavo mica più che si chiamasse Oda :)
      Grazie tesoro, ho cercato di presentarmi in buone condizioni alla cerimonia :)

      Elimina
  2. Ma la canzoncina in versione karaoke era "Proud to be an American?"
    A me hanno fatto cantare quella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio si! Oddiooooooo allora c'hanno la fissa?! Ma con tutte le canzoni che ci sono... proprio quell'orrore?!

      Elimina
  3. Brava e bellissima, di nuovo congratulazioni!

    ---Alex

    RispondiElimina
  4. Che bella l'ultima foto!!!! Te lo dico di nuovo: Bravissima!!
    Aspetta un'attimo che sono confusa... ma quella nelle foto con la bambina è Ungrateful? E Ungrateful=Bride-to-be? Ma allora Prego chi è? Damn, leggendo il blog al contrario mi si mescolano tutti i nomi nel cervello! :) LOL!

    Comunque hai visto? il servizio e-mail funziona benone e son riuscita a leggere subito il post!! Che meraviglia!!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yay per il servizio email! :) Anche a me piace un sacco l'ultima foto, paio proprio contenta vero? :)
      Si quella nella foto con la bimba è Ungrateful, Prego è un'altra collega, ma non è venuta al giuramento, meglio così tra l'altro. Foto sue non ne ho mai messe, ma la riconosceresti per la quasi assenza di sopracciglio e il contrasto candore di pelle e nero di tinta

      Elimina
  5. yeeeee!sei bellissima in queste foto! gli ultimi due post hanno guizzato serenità e felicità, sono contenta per te e per questa nuova vita da Americcana circondata da irlandesi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :) Belin, non so com'è che sono dall'altra parte dell'oceano e trovo solo irlandesi. Sempre. Ovunque. :)

      Elimina
  6. Sono felicissima per te!
    Beccati questa Gif:

    http://petitezezete.p.e.pic.centerblog.net/sdx7ekse.gif

    RispondiElimina
  7. Grandissima! Te la meriti tutta! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ford, a forza di bottigliate in testa a destra e a manca, ce l'ho fatta ;)

      Elimina
  8. Brava, brava brava e quanto sei bella!

    RispondiElimina
  9. congrats nostra adorabile cittadina ammericana!

    RispondiElimina
  10. Woooooooooooooooooooooow...Deve essere stata un'emozione uniCA... Apprezzo tantissimo le persone come te che hanno il coraggio di andare via, di fare tanti sacrifici e inseguire un sogno...Nel tuo caso il sogno americano...Adoro l'America, è meritocratica e ti permette di essere chi sei... Che bello il tuo outfit! Sei carinissima! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cara :) Sono stati 5 anni di gioie e dolori, essere immigrato è così, però non rimpiango nulla e farei quasi tutto uguale. L'America è più meritocratica dell'Italia, ma nel piccolo ambiente di lavoro, ti assicuro che non differisce molto. sigh!

      Elimina
  11. congratulazioni di nuovo, e sto vestito ti sta benissimo picci:)

    RispondiElimina
  12. Che gnocca!
    Ma per fare tutto ciò hai dovuto rinunciare alla cittadinanza italiana?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giammai! :) se avessi dovuto rinunciare non l'avrei presa. L'Italia riconosce la doppia cittadinanza, gli Stati Uniti se ne battono un po' il culo, ma non riconoscono un'altro passaporto

      Elimina
  13. Guarda Ale, secondo me si vede benissimo dalle foto che eri davvero contenta!! Congratulazioni di cuore. :)

    A proposito, ma cos'ha detto l'ufficiale di denigratorio????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gianluca :) Allora per una volta le foto dicono la verità :)
      Nel discorso di benvenuto/motivazione, l'ufficiale c'ha ringraziato perchè, noi immigrati, apriamo un sacco di ristoranti etnici, e poi è andato avanti, un po' sulla scia del: grazie per essere venuti qui ed essere diventati i nostri tassisti e le nostre donne delle pulizie. Ma va bene, io non mi sono offesa

      Elimina
  14. evvai!!!!!!!!!!!!!!
    (ma sei bellerrima!!!!!! molto piu' del solito!)

    RispondiElimina
  15. Mitica!!! Sei radiosa! Chissà che festeggiamenti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh invece sai che zero festeggiamenti :(

      Elimina
  16. PS: ma adesso puoi subito votare? Così, un due tre via?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo no :( non ho fatto in tempo a registrarmi, sigh! Ci tenevo tantissimo :(

      Elimina
    2. Ma come, zero festeggiamenti e zero voto? Vabbè, coi festeggiamenti ti rifarai, non è che ti mancano le occasioni. Quanto al voto... Hillary 2016!

      Elimina
    3. E che come sempre promettono e non mantengono.... mi si era detto bbq patriottico, invece niente. Ma vabbè, hai ragione, festeggerò, io ho già celebrato internamente e mi è bastato, ammetto, la felicità era sufficientemente inebriante anche senza l'aiuto dell'alcohol :)
      Per le elezioni hai ragione, speriamo che alle prossime si faccia avanti, magari mi viene anche da fare la volontaria nella campagna elettorale :)

      Elimina
  17. Hai un'aria dignitosa che non tradisce l'euforia. Meravigliosa direi.

    ALEIIIISHA ho ancora in testa american girl e mentre leggevo immaginavo una sequenza a stacchi con quella colonna sonora

    Grrrande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pure io! I'avrò ascoltata 4 volte :) Sai che ora mi cambierò il nome su fb e lo scriverà con l'alfabeto fonetico, dici che aiuterà senza colare troppo sarcasmo? :)

      Elimina
  18. Aleee! mi sono emozionata anch'io nel leggerti..è quando si ottiene quello che si merita e desidera..
    E poi sei così bella!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cara :) è stato un traguardo, davvero.

      Elimina
  19. dunque ora sei americana americana??? sei bellissima nelle foto! si fanno gli auguri in queste circostanze??? si? allora auguriii no? e allora che ti devo dire??? baciotti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes, americana americana, anche se dentro sono e sarò sempre italiana, perchè il sangue non si cambia :) Grazie per gli auguri!

      Elimina
  20. Risposte
    1. Thanks Shar :) I picked to outfit even before I applied for citizenship, couldn't resist the color of the flag :)

      Elimina
  21. Bellissimaaaaa!! E maremmaaaa, mi hai fatto emozionare pureaaammme! Congratulazioniiiiii, ora non offenderti se diciamo su agli americani qlc volta!! ;))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figuriamoci, io sarò la prima a dirne! :)) adesso ti mando l'email con le dritte per Santa Babbbarra

      Elimina
  22. Congratulazioni!!!!!!!! Complimenti, un abbraccio e....cin cin!!!!! :)

    RispondiElimina
  23. mio dio Ale, mi sono commossa a leggere questo post!sono felicissima per te!!!quanto te lo sei meritato???tanto, tanto, tanto!
    congratulazioni ancora e un abbraccio forte dall'Italia!

    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cara :) E' stata luuuuuunga, ma io le personalità multiple, ce l'abbiamo fatta :)

      Elimina
  24. eh va beh ma quel fiore sulla tempia?
    la personalizzazione di un giorno già indimenticabile di per sè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so resistere ai fiori nei capelli, non sono riuscita a trattenermi manco il giorno della cerimonia, ma è piaciuto e sono contenta :))

      Elimina
  25. Congratulazioni, bella solare Ale! Uozzamerigan!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh Albertone, come mi manca! Grazie per le congratulazioni Cara :)

      Elimina
  26. Se ci fossi stata avrebbero dovuto chiamarti Orchetto!!!!!
    Ma che bella sei???? E quelle scarpe meravigliose???? Sei in super-forma, non ti ho mai vista così bene, il 2012 sta pure finendo...che sia una svolta?!?
    Sono orgogliosissima!
    Baciosi tesoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tessssoro! Guarda, davvero, solo che pure Orchetto gli uscirebbe 'na merda... proprio tipo accento degli Skiantos :)
      Hai visto le peppe rosse?! mi c'è voluta una vita ma ho trovato un paio di scarpe comode che mi piacciono, un miraculo :)
      Minchia sto anno bisesto di mmmerda, meno male che è aglio sgoccioli va!
      Che io con la testa sono già in vacanza, non vedo l'ora di riabbracciarti Orchetto!

      Elimina
  27. Sei troppo figa Ale, congratulazioni!!!
    Chiudiamo un occhio sul fatto che alle persone anziane facciano fare il test di cittadinanza in spagnolo, vero? Contraddizioni della societa' americana.
    Sei bella, orgogliosa e ora finalmente cittadina. Anche io vedo l'inizio di un bel periodo per te. Sono sicura che le cose cambieranno. Bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cara :) Ma sai che non lo sapevo che glielo facessero fare in spagnolo, ora mi spiego come l'ha passato... Speriamo che tu e Orchetto abbiate ragioen e che finalmente arrivi sto periodo propizio che davvero sto 2012 m'ha rotto le balleeeeeee!
      un bacio

      Elimina
  28. Aleee!!!! Sei raggiante ed io sono orglionissima per procura :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io ti abbraccio forte forte per via telematica, ma che prima o poi vengo li a stringerti e ad ululare Empty (che oggi l'ho sentita e t'ho pensata) :)

      Elimina
  29. Non ho mai commentato..mai.., ma dopo aver visto questo raggio di sole non posso trattenermi.
    Brava Ale, e pure Bella e anche tanto! E intelligente e Ironica.
    Una grande donna NeoAmericana.
    E il termine grande si riferisce alla tua mente, e al tuo cuore.

    Penelope/Stefi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cara :) Quanti complimenti, mi hai risollevato il morale dopo questa giornata nera!
      Speriamo di riuscire a fare come gli emigranti di una volta e di realizzare il mio di sogno Ameircano visto che ora la cittadinanza c'è :)

      Elimina
  30. Ma quanto bella sei in queste foto???
    Sei radiosa!!!

    Ah!, adesso c'ho un amica Americana!!!! Aaaaaaaahhh! Che bello!!

    (scusa se ti scrivo solo adesso...sono in ambientamento a CittàMeraviglia!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tesora :) non ti preoccupare, anche qui andiamo a rilento, non riesco a leggere ne ha scrivere perchè me ne succedono sempre di nuove

      Elimina
  31. uahu, un sacco di tempo che non mi dedicavo al mio blog, ed ora che ci sono tornata e che quindi ripasso di qui, quante sorprese e novità !! sono felice per te, essere cittadini nel posto dove si vuole vivere facilita enormemente le cose. Victor è diventato italiano l'anno scorso, e mi è mancata una cerimonia un pò più ufficiale con il sindaco, ma lo stesso ho pianto davanti alla bandiera italiana e non mi era mai successo. Mi dicono spesso in Italia, che tra un pò scoprirò che ci sono anche cittadini di serie A e B, ma com'è negli Stati Uniti ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono delle differenze, nel senso che tutti sono entusiasti quando sentono che sono diventata una cittadina, perchè, come saprai, gli americani sono innamorati della loro patria. Però i miei amici non perdono occasione di ricordami che io non sono americana. Ecco. Per il resto no, devo dire il vero, a livello burocratico, non ho notato nessuna differenza.

      Elimina