lunedì 9 aprile 2012

Scoperte pasquali

Contrariamente alle mie previsioni catastrofiche, sono sopravvissuta all'ultimo fine settimana.
In preda all'ubriachezza molesta, nonchè allo sfinimento fisico, sono pure riuscita a mettere insieme quattro frasi di senso compiuto e a postarle il sabato mattina alle 4:30, prima di addormentarmi... o forse dovrei dire... svenire a letto.
Poi, però, basta. 
La sanità mentale è partita venerdì dopo il post, m'ha detto: -senti, vado in ferie per Pasqua, ci vediamo settimana prossima?-
Grazie. NO. GRAZIE.
Io ne avevo bisogno che mi stesse vicino. Maledetta. 
Così, a prendere il suo posto, sono arrivate delle casse di sidro e millemila shots.
Credo di aver preso almeno 2 kg causa alcohol in 2 giorni.
Tutto questo festeggiare è stato causato dal Colleen. L'ho convinta a venire per il suo compleanno, che era ieri.
Questo ha fatto si che sabato non mi sia riposata e manco domenica.
Ma la tragedia è andata oltre alla mancanza di riposo.
Infatti, udite udite, dopo ber 5 anni, Ale è andata alla messa di Pasqua.
Ecco. Mai più. 
Già mi spacco le balle a messa dove so come "partecipare" rispondendo. Qui, dove sono stata soltanto spettatrice muta, ancora peggio.
L'unica cosa positiva è stato il people watching.
E anche un po' scoprire che la messa qui è leggermente diversa.
La cosa più sconvolgente sono stati i bambini che avevo seduti davanti. Quando ero piccola io, mi costringevano ad andare a messa (si vede che non espiavo abbastanza nei 5 giorni di suore che mi subivo a scuola), zitta, muta e composta. Quaranta minuti quando sei bambino paiono 6 ore. Soffrivo in silenzio, anche perchè sennò venivo usata come agnello sacrificale dal prete di turno.
Invece, i pargoli di ieri, mangiavano, coloravano libri, scrivevano. Insomma, come si dice: si facevano 2 kg di cazzi loro.
Poi mi sono guardata in giro e ho scoperto che qui vanno a messa in canotta. E vabbè che c'erano 26 gradi fuori, ma una manica corta? Forse usa solo da noi che si va a spalle e cosce coperte...
Tutto di una lentezza esasperante. Pure uscire è stato un dramma: bisogna aspettare che esca il prete. Ma perchè?! Ma a me non me ne poteva fregare un cazzo di meno di stringere la mano al parroco...
Basta. Ora, per altri 5 anni, non mi vedono più.
Dopo la messa sono andata al pranzo pasquale italico. Ho preparato una torta pasqualina, incrociato le dita e sperato che anche gli altri portassero qualcosa di commestibile.
Ero molto felice di questo incontro, sono i soliti citatissimi 5 anni che non faccio pasqua all'italiana. Mi aspettavo le solite 9-10 vecchie arrivate qui con il secondo viaggio della Mayflower, invece mi sono ritrovata invasa da 40 italiani e qualche consorte americano.
Ma dove si nascondono di solito?! No, perchè sta città è uno sputo, com'è che non li ho mai visti?!
E' stato molto bello poter parlare la nostra lingua. Non mi pareva vero. Giuro. Pare una cazzata detta così, invece è stato proprio un sollievo. M'è parso che mi si sciogliesse un nodo alla lingua. 
In questi due giorni sono successe diverse cose, mi ci vorrebbero 4 post per aggiornarvi, ma, per stasera non vi ammorbo più. Vado a letto che devo recuperare almeno 10 ore di sonno perso.
Mi annoto però due cose: devo ricordarmi di parlarvi di Unbreakable (barista del Kerry), di Minchio (intrallazzo di Big Fish) e dell'incontro con la sorella di Community Property.
Infine, oggi, mentre pulivo un dipinto di Padre Pio con lo sputo, non so perchè, m'è venuta in mente  quell'orrida canzone Sanremese: vattene amore. Ecco. Io, per togliermela dalla testa, ho iniziato a pensare a questa versione di Minghi... e così ve la postaiiii. Buona Giornata Gigi Topi ;)


54 commenti:

  1. Se ti può consolare qui sono le 8 di mattina e io sono letteralmente in coma!!! E con un principio di influenza per di più..
    Hai ragionissima sul parlare italiano dopo tanto tempo!! Quando stavo in francia, l'ultimo periodo, davo la caccia agli italiani che erano in giro e mi guardavo solo film nostrani!! Unico periodo della mia vita tra l'altro..;)
    Cmq aspetto impaziente la storia su minkio!! Già dal nome promette bene!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sai mi sento un po' influenzata da ieri. Forse è la stanchezza...
      Due anni fa ero in preda alla febbre da film italiano, ora mi è un po' passata, ma, ogni tanto, devo vedere qualcosa di nostrano, così mi rilasso totalmente durante la visione invece di pensare a capire tutto tutto quello che dicono.
      Minchio, un nome, un perchè ;)

      Elimina
  2. Io pure avevo pensato di andare a messa, ma in Sloveno sarebbe stato troppo!
    Sai che ci sono varie scuole di pensiero e anche libri che ti consigliano e insegnano cosa far fare ai tuoi figli durante la messa? Tipo addirittura che merendine dargli? Lo so perché negli Usa insegnavo a un'uni cattolica e ora molte delle mie ex alunne hanno figli a cui dare le granola bars durante la messa!
    Per quanto riguarda l'incontro con italiani, io pure l'ho avuto, non per Pasqua però e ne vorreiscrivere ma mi leggono, forse dovrei avere un blog segreto pure io, allora sarebbe tutta un'altra storia!hehehe
    Aspettiamo ansiosi di conoscere i nuovi personaggi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci credo: un libro per gli snack da chiesa?! Qui sono fuori come dei balconi.
      Allora illuminami: ma perchè sti bambini non potrebbero stare zitti e fermi come in Italia? Vorrei sentire che attenuante c'hanno che noi noi non avevamo (non parlo al presente perchè ora non so se pure in Italia le cose siano cambiate).
      I blog segreti sono la cosa migliore dal punto di vista della sfogo psicologico ;)

      Elimina
  3. La messa? O_o !!!
    A parte il fatto che se entro in chiesa io prendono fuoco le pille dell'acquasanta, sarei proprio curioso di sapere quale sostanza ti ha confusa al punto da spingerti in chiesa! ;-)

    ---Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che è stato l'affetto per Colleen, sai che io, per amicizia, farei follie :)

      Elimina
  4. Premettendo che praticamente sono quasi nella stessa situazione di Alex - più che la chiesa, a prendere fuoco sono i membri dell'istituzione religiosa -, per questa della messa pasquale ti meriti almeno una tonnellata di bottigliate! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehnno scusate: io ho fatto il sacrificio supremo, dovrei essere premiata con medagliazze di platino, altro che bottigliate! :)

      Elimina
  5. No dai... Mi fai pensare che l'anno prossimo il Grande inizierà il catechismo e che ogni domenica dovrò accompagnarlo a Messa... No dai, non ce la posso fare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Belin, mi sento male per te! E pure pe ril granfe, che catechismo mi faceva venire due coglioni che non ti dico :(

      Elimina
  6. Questioni temporali:
    tu andavi a scuola 5 giorni a settimana??! Cioè sabato fiesta?
    la messa di quando ci andavo io durava 1 ora e mezza, a volte sfiorava le 2, altro che 40 minuti: il prete era logorroico e faceva omelie da tre quarti d'ora, roba che lo cronometravamo per vedere dove potesse arrivare. e poi faceva le finte: mentre stavi con un piede già di lato dal banco, si ricordava che doveva dirti ancora una cosa (annunci alla comunità, messe varie ecc). un incubo, insomma! quando scoprii che altrove la messa dura 30-40 minuti non ci potevo credere. l'unica messa finora più lunga che abbia mai visto è stata quella del matrimonio di due amici del Camerun, cattolica ma con influenze gospel, 2 ore di rito, musica e canti che non finivano più (vista solo in video però).

    mi fa piacere per l'incontro italico e mangereccio! e che altre specialità c'erano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 5 giorni perchè facevamo il tempo pieno, poi le suore c'hanno sempre da fare gite il sabato, vuoi mai che dovessero lavorare...
      40 di messa, poi, anche i miei avevano gli annunci da fare, comunque, sopra l'ora, non ci sono mai arrivata. Mi sarei addormentata prima o morta per ipotermia visto la temperatura che c'è nelle chiese italiane d'inverno.
      Sai che l'unica specialità pasquale l'ho portata io? La parmigiana e le lasagne facevano molto pranzo domenicale, non so se da qualche parte siano tradizione pasquale, ma il resto erano tutte pizze pizzette, c'era della quinoa e del cous cous... dell'arrosto coi funghi... tanti dolci, ma non ne ho provato manco uno. La colomba (che non mi mancava per NIENTE)...
      SOno rimasta molto olpita dall'assenza dell'agnello e dei carciofi

      Elimina
  7. la messa? O_o
    ma ti ci hanno costretta o è stata una tua iniziativa? comunque mi sembra più carina con i bimbi che mangiano e le canotte (dai, che non fanno male a nessuno, soprattutto non credo che la divinità si offenda) No, non ce la posso proprio fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho risposto ad Alex: l'amore per Colleen. Era il suo compleanno, così l'ho accompagnata. Mai più comunque.
      Il fatto di andare scoperti non credo che offenda Dio, ma vorrei capire perchè loro si e noi no. Sti double standards non mi piacciono.

      Elimina
  8. Io invece, mi sono presa un cazziatone da mia mamma perchè non ci sono andata a messa, il giorno di Pasqua....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I miei non me lo chiedono più da quando ho 13 anni. Hanno capito che, dopo la cresima, s'attaccavano. Prima mi costringevano perchè il prete minacciava di non dare i sacramenti in caso si latitasse. Insomma, direi che ho dato. Vedrai che questa sarà un'altra liberazione di quando te ne andrai di casa

      Elimina
  9. Hihihihi sei troppo storta :DD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza Dottoressa, ma secondo lei c'è speranza di raddrizzarmi se vado in terapia? :)

      Elimina
    2. Nope.

      :DD ci piaci cosi'.

      Elimina
  10. Trottolino amoroso!
    È sempre bello leggerti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tresor :) Ma che testo aveva quella canzone?! Privo di senso!

      Elimina
  11. quando andavo a messa da piccola (tipo che dovevo fare la comunione), il prete, spesso, interrogava! altro che colorare... ti riprendeva davanti a 200 persone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi! E' per questo che mi sono risentita: noi cazziatoni, questi snack e libri da colorare...

      Elimina
  12. A messa in canotta e fra italiani no? Che tempi!

    RispondiElimina
  13. Devo dire che invece a me piace andare a Messa qui negli USA. Mi sembra che, contrariamente a quanto accade in Italia, qui a Messa vada davvero solo chi è motivato.
    Inoltre, da un punto di vista puramente sociologico, mi interessa vedere come la religione cattolica si è adattata alla mentalità americana. Una cosa che mi ha incuriosito, per esempio, è il fatto che negli USA i bambini ricevono prima il sacramento della Comunione e poi quello della Confessione, e che quest'ultima è chiamata "Reconciliation" (che sottolinea un concetto diverso rispetto al termine italico). Sembra che agli ammerigani non vada molto a genio dover raccontare i propri fatti privati a qualcun altro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quindi prima fanno l comunione e poi iniziano a confessarsi? Spiega spiega, che mi interessa. Big Fish mi diceva che lei la comunione l'ha sempre presa, ma poi ha ritrattato dicendo che si metteva solo in fila da bambina... Magari ti sai qualcosa di questo

      Elimina
    2. Sì, nonostante le direttive del Vaticano prevedano prima la Confessione e poi la Comunione (a distanza di anni), come accade in Italia, mia moglie mi ha spiegato che è molto frequente negli USA che ai bambini venga fatta fare prima la First Communion, e dopo alcuni anni la First Reconciliation. Oppure la F.R. immediatamente prima (alcune settimane) della F.C. Forse è anche per questo che molti non sentono il bisogno di confessarsi prima di fare la Comunione.
      Un'altra cosa che mi ha colpito è il rapporto che le chiese hanno con il denaro: in Italia sembrano quasi imbarazzate nel parlarne; negli USA, da quello che ho visto, si chiede apertamente denaro ai fedeli, ma si dà anche conto minuziosamente delle somme (spesso ingenti) ricevute e dell'impiego.
      Ultima "chicca": ho fatto il corso pre-matrimoniale negli USA (io e mia moglie ci siamo sposati in chiesa cattolica a Southampton, NY). Parte del corso consiste in un test, chiamato FOCCUS, che misura il livello di compatibilità/affinità nella coppia ai fini del matrimonio. Una delle domande chiedeva se io e la mia futura sposa eravamo d'accordo sull'entità delle donazioni alla chiesa cattolica! :O (sono convinto che se sbagliavi quella non ti sposavano) :D

      Elimina
    3. Gianluca, ma sei sicuro che con reconciliation non intendano la cresima o confermazione? perché è proprio strano!
      comunque adesso anche in italia chiedono soldini senza farsi problemi. anzi una mia amica che è andata dalle suore mi raccontava che da piccola rubava i soldi a casa per portarli a scuola, tanto li chiedevano in continuazione -.-

      Elimina
    4. Ciao mariantonietta, sì, dei termini sono sicuro. Anche perché la Cresima si chiama "Confirmation" e viene anche qui fatta successivamente sia alla Comunione che alla Confessione (qualunque sia l'ordine delle due). Se poi, l'inversione di cui parlavo avviene in tutta la Nazione non te lo so dire. Ma nelle parrocchie in Pennsylvania, Connecticut e DC che ho frequentato, ho sempre trovato che si facesse così.
      Circa i soldi, ti faccio un esempio: un mese fa il parroco della mia chiesa, al posto dell'omelia, ha mostrato un video con alcune interviste a concittadini che hanno beneficiato degli aiuti nello scorso semestre (ragazze madri, disoccupati, famiglie in difficoltà). Al termine del video ci ha fatto un rapido resoconto delle somme raccolte e di come sono state impiegate. Quando ho sentito le cifre mi sono stupito. Non ho mai trovato questa trasparenza nelle parrocchie che ho frequentato in Italia.
      Secondo me esiste una sorta di patto tacito: io, fedele, contribuisco significativamente, ma voglio anche sapere come vengono impiegate le somme derivanti dalle offerte.

      Elimina
    5. grazie, dettagliatissimo! :)

      Elimina
    6. Vabbè allora mi spiego un po' meglio la confusione che Big Fish c'ha in testa in quanto a comunione...
      Grazie per il resoconto Gianluca, anche secondo me se sbagliavi la risposta a quella domanda non ti avrebbero sposato :)
      Io, sappiatelo, alla chiesa, non do più nulla. Dono ad altri enti, ma la Chiesa Cattolica da me non prenderà più un centesimo.

      Elimina
  14. Uno dei miei amici a pasqua si è comunionato e cresimato. Indovina indovinello quanto è durato il tutto? (io ovviamente non ero presente, sia mai) ;)

    RispondiElimina
  15. Oddio, c'ho persino paura a pensarlo... 2 ore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah-ah. sei una donna ottimista, nonostante tu sia dei gemelli...

      Elimina
    2. No senti, non è possibile, più di due ore c'erano rimasti solo lui, il parroco e il vescovo in chiesa! :) In realtà sono pessimismo e fastidio fatta persona, infatti due ore mi pareva già l'ipotesi più buia ;)

      Elimina
  16. la parodia di minghi è ufficialmente diventata la mia colonna sonora della giornata!FANTASTICA!(un po meno fantastiche le messe....)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, ci fosse stato Neri Marcorè a fare Minghi nel coro di domenica, avrei forse detto che la messa era fantastica :)

      Elimina
  17. E' incredibile, ora che mi ci fai pensare, anch'io sono sopravvissuta a questo finesettimana lungo&tragico ;)-

    p.s. ahahaha che spasso le "minghiate" ahahah

    RispondiElimina
  18. e poi dimenticavo, grazie per il tuo commento, mi ha fatto molto piacere ;*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo fine settimana è stato proprio una sopresa continua, anche dal punto di vista sopravvivenza :)
      Prego Cara, veramente spero che le cose inizino a girare per il meglio per voi.

      Elimina
  19. nn c'e' da stupirsi sul perche' in italia facessero stare noi poveri bimbi imbalsamati.. mi ricordo che mi sentivo fulminata dagli sguardi se dovevo tossire, sai rimbombava pure!!
    Il prete del mio paesello poi, oltre alla predica, aveva pure i gossip da raccontarci! ovviamente erano critiche! meh...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uh vero! Ma sai che le mie suore ricordo avevano raccomandato le mamme di non mandarci in chiesa con la tosse perchè si disturbava :( Pensa che umanità... Quelle avessero visto Gesù Cristo sanguinare con la croce gli avrebbero detto di spostarsi che avevano appena finito di pulire e gli sporcava tutto con sto sudore e sangue a grondate.

      Elimina
  20. M la messa è un po' come la si vede nei telefilm? Canotte a parte, cappellini di paglia, famigliole fuori dalla chiesa che si salutano con affetto... il coro gospel...
    Aspetta... sorella di community property?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Macchè, quelle sono le messe dei protestanti, ero andata ad una nel 2004, tutti afro americani. Il pastore faceva la predica su satana e guardava me, unica pallida del gruppo. Ho avuto un po' di timore ad un certo punto

      Elimina
    2. Ehhhh adesso poi vi racconto! La sorella di CP era venuta in vacanza dall'irlanda

      Elimina
  21. A messa, temeraria tu. La mia parte preferita da piccola era lo scambio del segno di pace che movimentava un po' le cose e poi quando si parlava dell'agnello di dio, che mi stava simpatico. Tipo il cane di Dio, ma ovino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sai che qui, al segno di pace, mi si sono avventati addosso abbracciandomi... A parte che noi si dice "pace", qui c'è una frase che mi sono persa... Bella l'immagine dell'ovino da compagnia :)

      Elimina
  22. Cioè, lo sputo è una tecnica di restauro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ebbene si, non sai quanti quadri ho pulito con la saliva (rabbrividisci pure perchè schifa anche me). Pensa che la vendono anche artificiale, ma Von Lemminge non me la compra, allora dobbiamo usare la nostra

      Elimina
  23. Questo e' un post di puro cazzeggio! Bene!:-)

    RispondiElimina
  24. Beh, io in santa Roma caput mundi cattolicorum porto da anni la mia bimbetta di 4 anni armata di colori, album, libri (tutto rigorosamente non rumoroso) perché non si annoi e posso assicurare che gli sguardi verso di noi sono solo di benevolenza... Questo per dire, io di critiche alla Chiesa ne ho a iosa ma per fortuna non è tutto provincialismo e paraocchi. E poi è vero, lo scambio della pace e la monetina e la processione verso la Comunione sono un vero gioco per lei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vede che i tempi allora sono cambiati pure in Italia, io non esageravo nella descrizione, non si poteva manco tossire in chiesa quando ero bambina io :(

      Elimina