domenica 3 febbraio 2013

Neeeeeeeext!!!

Oggi era una giornatona a NOLA, infatti la città ospitava il Super Bowl: 6 mesi di cantieri infiniti= una rottura di coglioni senza limiti.
L'unica cosa positiva era potere uscire e conoscere questa fetta di America che c'è venuta a trovare per vedere giocare la loro squadra del cuore.
Ecco.
Era l'UNICA cosa che mi faceva desistere dall'uccidere gli operai che vedevo sbarrarmi la strada ogni mattina ad un angolo diverso.
Invece com'è andata?!
È andata che mi è venuta la febbre.
Eh si. Le visite m'hanno messa k.o.
Ma deve essere successo anche dell'altro perchè, anche se non avessi la febbre, la tosse, il male alle ossa e la faccia in ebollizione, credo che non uscirei comunque.
Perchè, alla fine della fiera, lo scopo era quello di uscire e fare due foto per il blog, ma soprattutto di uscire a prenderne a metri.
Per le foto mi spiace, per la mancanza di chiavata a nastro continuo no.
E vi avverto che non ho il delirio da febbre.
Via ragazzi, la Ale è giunta all'illuminazione.
È stato un percorso luuuuungo e faticoso, ma ci siamo.
Mentre ero in Irlanda mi è capitato in mano la copia di He's just not that in to you, e questa volta l'ho dovuto leggere.
Nonostante io abbia fatto "solo" il 10% degli errori citati, questo libro m'ha spalancato gli occhi.
Basta con le scuse, mie, sue... nostre...loro.
Non è che sono tutti degli stronzi, è che non sono interessati e un po' codardi.
Boh. Me l'avessero spiegato così 20 anni fa, sarei stata la più figa della scuola, quella che non gliela menava nessuno.
Sto vivendo una sorta di liberazione. 
Infatti non mi interessa manco più uscire a prenderne.
Come sempre, invece, quando sei tu a non volerne, non puoi fare a meno di trovare gente che te ne voglia dare a metri.
Purtroppo, credo che ci sia una epidemia, perchè il metri che mi vogliono propinare hanno la consistenza di quelli cerati da sarte e non di quelli di legno che hanno in merceria.
Ma cosa succede?!
Che sia un problema Anglo-Irlandese?!
No perchè, come sempre, indovinate un po' chi ho conosciuto al pub? Un'altro britannico.
Ma ho anche un'altra news, che farà piacere ha tutti quelli che si sono sorbiti questa storia dall'inizio del blog.
Ora che non me ne frega più un cazzo, indovinate chi m'ha cercato ieri sera?
Bravi. Lo so che lo sapete.
Perchè io sono un po' un pezzo di mobilio al pub e si è preoccupato quando non mi ha visto al bancone la sera prima della partitona (si vede che anche lui sapeva che aspettavo il SB per andare a rimorchiare al pub...).
Non vi voglio ammorbare ma sappiate che, dopo un fitto scambio di messaggi,  mi ha svegliata alle 3, perchè era qui davanti a casa.
Gliel'ho data?
No.
Ma non potevo lasciarlo in mezzo alla strada visto in che condizioni versava. Non l'ho mai visto così ubriaco. È pure caduto due volte e due metri d'uomo quando s'accasciano fanno paura.
A giudicare dall'orrida montatura degli occhiali credo che il troione sud americano l'abbia stregato ed ora abbandonato. Ma io me ne batto il culo. Mi ha fatto un po' compassione però, lo ammetto. Un po' come faceva compassione Mr. Big a Carrie dopo l'intervento al cuore.
E così si chiude un altro capitolo, questa volta  chiuso da me, senza rimpianti.
Ora speriamo che qualcuno risolva st'epidemia di disfunzioni erettili che c'è qui in giro, e poi sono pronta per un nuovo capitolo :)

39 commenti:

  1. Però io per un po' in mezzo alla strada ce lo avrei lasciato ... Insomma, la superbowl rende i maschietti impotenti? Sarà forse perché bevono il triplo di quanto no n facciano già?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh mi sa che è proprio quello il motivo.... più ne butti giù e meno si tira su mi verrebbe come slogan :) E ce l'avrei dovuto lasciare in mezzo alla strada, ma vedi che sono troppo buona, come la bambina dei baci perugina

      Elimina
  2. Concordo, in mezzo alla strada lo dovevi lasciare.
    Comunque brava per la nuova determinazione, applausi! :-)

    ---Alex

    PS = ricordati questa massima: la donna quando vòle, l'uomo quando pòle. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella la massima :)
      Eh lo so, si sarebbe meritato di dormire sugli scalini dei vicini di fianco, ma alla fine, ora che non sono più incarognita, mi spiaceva lasciarlo alla compassione di rapinatori ed assassini di quartiere...

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie Cara, che piano piano ce la farò a mettere la testa a posto :)

      Elimina
  4. Risposte
    1. Grazie Carissima :) Quando ce vo' ce vo'!

      Elimina
  5. L'importante è che siano sempre metri e non centimetri. Ecco la perla di finezza del Lunedi.

    Buona settimana a tutti. =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti riferisci alle yarde del football, vero? :D

      Elimina
    2. Metri, metri, che per meno non mi concedo ;)

      Elimina
  6. prenderne a metriiiii...Ale, los ai che mi fai morì!
    però se non fosse che sto con uno e cis to pure bene credo che sarei arrivata anch'io a quell'illuminzaione..che non me ne frega più così tanto degli uomini...
    fatti due conti...è che i miei problemi più grossi sonoa rrivati quando ho iniziato a fargli entrare nella mia vita..
    meglio quando sognavo sui dischi di Nick Cave..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. giusto, concordo in pieno: solo GRANDI problemi, quindi ora vediamo se tagliandoli si torna a vivere serene. Ormai solo il meglio, faccio giusto il test di prova e poi se non lo passano: ciaoooooo!

      Elimina
  7. Leggere tutta questa adrenalina di lunedì fa certamente piacere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. heheh ogni tanto m mi riesce la vena speziata :)

      Elimina
  8. Ale ma NOLA è la città del sesso... Qui a Tokyo mi sto trasformando in un'ameba...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e io ti invito sempre Ga, ma tu vai a Nova York...

      Elimina
  9. Vai Ale siamo tutti con te!anzi TUTTE!ahahah

    RispondiElimina
  10. Devo dire che mi piace questo tuo strafottertene di quello là!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era ora direi, mi ci sono voluti 3 anni, però alla fine quando mi scasso mi scasso :)

      Elimina
  11. ma dai??? ma quindi è davvero vero che tutti tornano...gli uomini intendo.
    di te mi preoccupavo fino a un certo punto, che sapevo saresti tornata con buone notizie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti tornano, sono peggio degli esattori delle tasse, quando meno te li aspetti, zac! Eh Pam, prima o poi ne usciremo vincitrici, vedrai :)

      Elimina
  12. Chapeau! Solo questo! E un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inchino settecentesco a Lei Carissima :)

      Elimina
  13. quindi non chiamiamola più "gran" bretagna. bretagna e basta può bastare ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hahah Giusto :) Adesso prendo il bianchetto ed inizio a correggerla sull'atlante

      Elimina
  14. premio per te sul mio blog, spero ti faccia piacere! ciaooo

    RispondiElimina
  15. Risposte
    1. Ga, ormai direi quando torni in Giapp :)

      Elimina
  16. Grande!!!! La rivincita delle donne! E basta con sta storia dei maschi stronzi! ;)

    http://pensierinviaggioo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yes! Rivincite di cui ce ne vorrebbero di più!

      Elimina